CONFERMATA LA SCELTA DELLA SETTIMANA SCOLASTICA DI CINQUE GIORNI AL LICEO PRIMO LEVI PER L’ANNO SCOLASTICO 2019/2020

Il TAR del Lazio con la sentenza n. 08279/2019 del 25/06/2019 ha respinto il ricorso presentato da alcuni genitori degli studenti confermando la scelta del nostro Liceo di passare alla settimana corta a partire dal prossimo anno scolastico.

Il ricorso è stato ritenuto infondato, mentre la decisione presa con delibera del Consiglio d’Istituto nel Dicembre 2018, dopo analoga delibera del Collegio dei Docenti del Novembre 2017, è stata riconosciuta come pienamente fondata e legittima. Le considerazioni di merito e le motivazioni che abbiamo portato a sostegno del cambiamento, per il miglioramento del servizio scolastico, sono state dichiarate corrette. Il Tribunale amministrativo ha riconosciuto in generale il diritto dell’Istituzione scolastica di decidere nel merito compiendo le opportune valutazioni didattiche e organizzative, sostenendo poi nello specifico la validità generale della settimana su cinque giorni e la consistenza delle motivazioni che abbiamo addotto a favore del cambiamento. Va sottolineato, per inciso, che questa posizione assume un rilievo che va oltre il nostro Istituto.

Si è confermato, quindi, che il rispetto per tutte le posizioni e il diritto di esprimere il proprio punto di vista in dissenso, sempre garantiti nella gestione democratica del processo decisionale che abbiamo messo in atto nel nostro Liceo, non possono comportare il blocco dello sviluppo né impedire la ricerca del miglioramento.

La nostra scuola, esattamente come gli studenti che la frequentano, cresce affrontando le sfide e sperimentando vie nuove, evitando di chiudersi nel timore del cambiamento. Nessuna scelta è perfetta e ogni decisione assunta comporta vantaggi e svantaggi, proprio per questo ora che dobbiamo affrontare una diversa organizzazione delle attività didattiche ci è richiesto il massimo impegno e l’attenta ricerca delle migliori modalità di azione. Sarà pertanto necessaria la collaborazione di tutti per realizzare insieme la scuola migliore possibile per i nostri allievi.

Voglio ringraziare tutti quelli che hanno sempre creduto nel cambiamento e nella ricerca, faticosa ma potenzialmente ricca di soddisfazioni, del miglioramento e della crescita professionale e personale. In particolare ringrazio i membri del Consiglio di Istituto che maturando progressivamente una posizione favorevole hanno permesso di imprimere una svolta alla nostra comunità. Ringrazio quelli che, pur non favorevoli al passaggio ai cinque giorni, si sono fattivamente attivati in prima persona per consentire con la loro presenza che il processo decisionale si svolgesse in modo democratico e rispettoso delle regole. Ringrazio infine le mie due Collaboratrici, la Professoressa Cianfanelli e la Professoressa Patriarchi, che mi hanno aiutato nella predisposizione degli atti da presentare per sostenere e difendere il nostro operato a favore della scuola e di tutte le studentesse e gli studenti che la frequentano.

Il Dirigente Scolastico
Stefano Sancandi

Pubblichiamo di seguito una relazione del Dirigente Scolastico che chiarisce il percorso svolto per arrivare al cambiamento e ne sostiene le motivazioni e la sentenza del Tar del Lazio che respinge il ricorso presentato da alcuni genitori.

Relazione del DS

Sentenza del TAR