Comportamenti corretti da mantenere e gestione delle comunicazioni

A tutto il Personale scolastico

Agli Studenti

Alle Famiglie

Roma 17 Settembre 2020

A tre giorni dalla riapertura della scuola forse si inizia a comprendere il significato delle misure di precauzione che bisogna adottare in modo scrupoloso per evitare di diffondere il contagio.

Indossare la mascherina, igienizzare frequentemente le mani, mantenere il distanziamento dalle persone e non scambiarsi oggetti sono regole semplici, che è possibile rispettare e che sono in grado di proteggere noi e gli altri.

A scuola abbiamo migliaia di mascherine che i collaboratori mettono a disposizione, sono presenti innumerevoli flaconi di gel igienizzante distribuiti in ogni punto, abbiamo differenziato ingressi e uscite e scaglionato gli orari, nelle classi assicuriamo un ampio distanziamento superiore ai minimi previsti, cartelli e schede illustrative che richiamano i comportamenti corretti da seguire sono affissi e pubblicati sul sito della scuola.

Dobbiamo tutti mettere in atto le misure previste, rispettare le regole, comportarci correttamente. Per salvaguardare la nostra incolumità e quella degli altri. Dobbiamo rispettarle sempre: a scuola, nei momenti dell’entrata e dell’uscita, fuori da scuola.

Se si rispettano queste regole possiamo affrontare anche situazioni delicate come la possibile presenza a scuola di persone che nei giorni precedenti siano entrate in contatto con il virus e che rischiano di diffondere il contagio. Dobbiamo sempre presumere che intoro a noi ci possa essere qualche persona asintomatica e che la nostra principale protezione è rappresentata proprio dal rispetto delle regole sopra richiamate. Solo in questo modo possiamo prevenire il diffondersi del contagio.

Per quanto riguarda invece le azioni e le comunicazioni da attivare in caso in cui alla scuola vengano segnalati casi di persone con sospetta presenza del virus o di effettiva presenza del virus, le regole generali che siamo tenuti a rispettare sono le seguenti: in tutti questi casi le persone segnalate vengono isolate e comunque allontanate dalla scuola, la scuola comunica immediatamente al Dipartimento di prevenzione del Distretto sanitario 8 della ASL RM2 le informazioni di cui è in possesso, avvisa tutti gli interessati entrati in contatto con i casi segnalati di presenza del virus (contatto non significa necessariamente essere entrati in una classe o avervi fatto lezione se si sono rispettate le regole previste) e adotta le misure indicate dalla ASL. Alle persone non interessate non arriva nessuna comunicazione dalla scuola, sarà il Dipartimento di prevenzione che effettuerà il tracciamento e deciderà di contattare o chiederci di contattare chi riterrà opportuno.

Non sarà sempre facile conservare la calma ed agire con la necessaria lucidità, ma se vogliamo mantenere aperta la scuola questa è la strada da seguire: rispettare le regole, attenersi alle disposizioni impartite dalla scuola e dall’autorità sanitaria, gestire correttamente le informazioni e non partecipare alla diffusione di notizie incontrollate.

Vi chiedo di collaborare con serietà ed attenzione nell’interesse di tutti.

 

IL Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

 

 

INDICAZIONI PER L’AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO 2020/2021

Al Personale scolastico

Alle Famiglie

Agli Studenti

Roma, 10 Settembre 2020

 

Si comunica che l’attività didattica avrà inizio il giorno 14 settembre 2020 con orario provvisorio ridotto per tutte le classi:

  • Le classi prime per il primo periodo verranno a scuola a classi intere, con tutti i ragazzi in presenza.
  • Le classi seconde, terze, quarte e quinte nel primo periodo verranno a scuola al 50%, con metà dei ragazzi in presenza e metà in DAD, alternandosi giornalmente. La suddivisione del 50% degli Alunni sarà comunicata direttamente tramite mail o Registro Elettronico.

L’orario provvisorio è articolato su cinque giorni e prevede gli ingressi e le uscite scaglionati, come da tabelle allegate. Tale impostazione è necessaria per garantire sicurezza e serenità a tutti nel periodo di emergenza sanitaria e potrà essere suscettibile di variazioni secondo l’evoluzione della situazione

La precondizione per l’accesso all’istituto degli alunni e di tutto il personale è :

– l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti;

– non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;

– non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

– aver preso visione del documento “Misure per il contrasto e il  contenimento della diffusione del virus COVID-19” allegato al presente avviso.

Il Dirigente Scolastico

    Stefano Sancandi

Allegati:

 

AVVIO NUOVO ANNO SCOLASTICO 2020/2021

Si comunica che a breve verranno pubblicate sul sito le modalità di avvio dell’anno scolastico per tutte le classi.

Per le prime classi si informano gli alunni ed i loro genitori che, nel rispetto della vigente normativa in materia di privacy e prevenzione contagio COVID, riceveranno tramite email la comunicazione dell’assegnazione della classe e le istruzioni per accedere al registro elettronico.

PROSPETTIVE PER LA RIPRESA A SETTEMBRE

Roma, 14 Agosto 2020

Al Personale scolastico

Alle Famiglie e agli Studenti

 

Siamo arrivati al 14 Agosto, dopo un lungo periodo che ci ha visti impegnati a progettare e preparare la ripresa delle attività didattiche di Settembre, e ancora non abbiamo certezze su come potremo iniziare il prossimo anno scolastico. Mi sento però in dovere di mettervi al corrente di quanto stiamo facendo e delle prospettive che abbiamo di fronte.

 

Il buon senso, ancor prima che la normativa, ci indica che dobbiamo cercare il migliore equilibrio realizzabile per venire incontro a due necessità che in questo momento sono contrastanti: il diritto allo studio e alla formazione nell’ambito scolastico e il diritto alla salute e all’incolumità personale. Due diritti fondamentali e di rango costituzionale, entrambi. Non possiamo privare i nostri ragazzi dello studio ma non possiamo esporli senza difese al rischio per la loro salute rappresentato dalla diffusione del contagio.

Fino ad oggi abbiamo lavorato per trovare soluzioni praticabili che rispondessero, per quello che è possibile, ad entrambe le esigenze.

1)  Fare comunque scuola e non lasciare ancora in sospeso le attività. Riprendere ad offrire un percorso di crescita guidato e sostenuto, garantendo l’avvio e la prosecuzione dell’anno scolastico fino al termine.

2)  Al contempo, non cadere nell’errore di fare scuola comunque, come se niente fosse. Non sottovalutare il pericolo ma agire mettendo in atto tutte le precauzioni e le misure organizzative in grado di ridurre significativamente il rischio.

In sintesi: dotarsi di tutti i dispositivi di protezione necessari (mascherine, gel disinfettante, sapone, igienizzanti e detergenti per gli ambienti); predisporre misure organizzative di contenimento del rischio (sistemare gli infissi per garantire un ricambio efficace e frequente dell’aria in tutti i locali, distanziare i ragazzi nelle aule, nei corridoi, durante gli ingressi/uscite, impiegare un numero maggiore di Collaboratori scolastici); limitare il numero complessivo delle persone presenti contemporaneamente a scuola (prevedendo turnazioni per la parte di didattica a distanza ma utilizzando tutte le aule in più che abbiamo e gli spazi più ampi a disposizione per mantenere funzionale la parte di didattica in presenza, avvalendosi per questo sia di banchi monoposto che di Docenti aggiuntivi rispetto al normale organico); dotarsi di attrezzature in grado di gestire al meglio la situazione (macchinari per la pulizia frequente degli ambienti, termo scanner per la rilevazione della temperatura corporea, computer e LIM da installare in tutte le aule per consentire il collegamento con tutti i gruppi di Studenti temporaneamente a distanza).

 

Le misure che dipendevano dalla nostra scuola le abbiamo già prese tutte:

  • Abbiamo provveduto agli acquisti sia dei materiali che delle attrezzature sopra riportati.
  • Abbiamo inoltrato tutte le richieste necessarie agli Enti preposti che dovrebbero assegnarci il Personale scolastico aggiuntivo e fornirci i banchi monoposto mancanti.
  • Abbiamo provveduto, in occasione degli esami di stato, ad una prima sanificazione degli ambienti scolastici. Abbiamo già destinato dei fondi appositi e prima dell’avvio delle lezioni prevediamo di effettuare un altro intervento di sanificazione generale dell’intero edificio.
  • Stiamo pianificando, in collaborazione con la ASL RM2, uno screening per il Personale scolastico che si potrà così sottoporre volontariamente ad una indagine di siero-prevalenza al Covid-19 prima dell’inizio delle lezioni.
  • Abbiamo pianificato una dislocazione ottimale degli Studenti attrezzando e preparando tutti gli ambienti disponibili, oltre alle normali aule già in utilizzo, per ridurre il ricorso alla didattica a distanza, in particolare per le classi prime in ingresso ma in parte anche per le altre classi.

 

Per le misure che sono a carico di altre amministrazioni dipendiamo dal loro operato, che sarà determinante per consentirci di organizzare quanto previsto:

  • Dal commissario straordinario Arcuri per la fornitura dei banchi monoposto.
  • Dalla Città metropolitana per la sistemazione generale degli infissi.
  • Dall’Ufficio scolastico regionale/Ministero per l’assegnazione dei Docenti e dei Collaboratori aggiuntivi.

 

Se le nostre richieste venissero soddisfatte per tempo noi saremmo in grado di iniziare in modo ordinato, sufficientemente sicuro e funzionale per lo svolgimento delle attività didattiche, sin dal 14 Settembre come previsto.

Potremmo accogliere tutti i ragazzi a scuola ma non tutti insieme contemporaneamente. Sarà comunque necessario prevedere delle turnazioni, alternando didattica in presenza con forme adeguate di didattica a distanza, almeno fino al termine dell’emergenza sanitaria. L’emergenza sanitaria non è terminata, ci auguriamo che la situazione migliori al più presto ma nel frattempo non sembra ragionevole “abbassare la guardia” e anticipare una normalità non ancora raggiunta, con il serio rischio di favorire l’aggravarsi delle condizioni in cui ci troviamo.

Stiamo facendo il possibile per rendere il periodo che ci aspetta meno problematico. Se potremo operare con il buon senso che richiamavo all’inizio e se tutti mostreranno l’impegno necessario, inizieremo l’anno e lo porteremo a termine con il minimo disagio possibile, garantendo una gestione stabile e coerente sia con la dovuta attenzione alla sicurezza sia con la possibilità di svolgere un proficuo anno scolastico.

 

Il Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

1 2 3 10