ISCRIZIONI ALLE CLASSI INTERMEDIE PER l’A.S. 2020-21

Ai Genitori degli Studenti

Pubblichiamo la Circolare 151 ed allegati con le indicazioni per effettuare le iscrizioni all’anno successivo, alle classi seconda, terza, quarta e quinta.

In questa occasione vi ricordiamo che è molto importante da parte delle Famiglie il versamento del contributo volontario di €150,00. Questo contributo è richiesto per consentirci di procedere nel costante miglioramento dell’offerta formativa a favore delle Studentesse e degli Studenti che frequentano il nostro Liceo.

La scuola è pubblica, il versamento non è obbligatorio, le cose possono andare avanti lo stesso anche senza il vostro apporto. Ma è evidente che non sarebbe la stessa cosa. Non sarebbe la stessa cosa non solo per la significativa differenza delle risorse a disposizione ma anche perché, per noi, il vostro coinvolgimento in prima persona e il vero e proprio investimento nell’istituzione a cui affidate i vostri figli rappresentano un sostegno ed un incoraggiamento nel cercare di potenziare e qualificare sempre più la scuola.

Il vostro intervento ci potrebbe consentire di assicurare, tra le altre, le seguenti azioni:

  • Provvedere alla manutenzione e il decoro dell’edificio
  • L’acquisto di nuovi arredi e di attrezzature per le attività scolastiche
  • Stipulare l’assicurazione per i Ragazzi
  • L’acquisto di materiali didattici per i laboratori;
  • Realizzare interventi di supporto per l’apprendimento efficace;
  • Realizzare interventi specialistici per le buone relazioni in classe;
  • Assicurare vigilanza e sicurezza;
  • L’acquisto di dispositivi per l’igiene e la prevenzione del contagio
  • Ogni altro intervento per migliorare il nostro Liceo che saremo in grado di realizzare.

Cordiali Saluti,

 

I Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

 

 

 

 

Apertura della seconda sezione di Liceo Sportivo e sviluppi futuri

 

Roma, 6 Maggio 2020

Ai Genitori degli Studenti

 

E’ con vivo piacere che vi informiamo della apertura della seconda sezione di Liceo ad indirizzo sportivo per il prossimo a.s. 2020/2021. Erano anni che si attendeva questo risultato. Finalmente riusciamo ad accogliere un numero maggiore di Studenti per questo indirizzo e ad offrire loro la possibilità di seguire un percorso formativo tanto ambito.

Lasciatemi esprimere la soddisfazione per l’obiettivo raggiunto. Il risultato che abbiamo perseguito premia l’impegno di tutti quelli che attivamente, nel corso del tempo e a vari livelli, si sono adoperati per arrivare allo scopo. Negli anni chi ha lavorato nella sezione sportiva, a cominciare dai nostri Docenti di Scienze Motorie, ha profuso impegno, dedizione e capacità professionale, raggiungendo notevoli traguardi tanto nelle discipline sportive quanto portando le Ragazze e i Ragazzi a loro affidati ad elevati livelli di formazione.

Tutto il nostro Liceo è caratterizzato dallo stesso tipo di tensione positiva. Il nostro ruolo di formatori, di promotori della crescita e dello sviluppo dei Ragazzi che lo frequentano ci impone di dare loro l’esempio di persone a loro volta intente a migliorarsi, a non smettere mai di crescere, a coltivare la propria voglia di imparare e conoscere sempre meglio e di più. Per questo ci teniamo a progredire costantemente o almeno a provarci per quello che possiamo e fin dove riusciamo.  Vogliamo perseguire ancora, pur se soddisfatti di quanto fatto sin qui, la crescita della nostra scuola sia in termini quantitativi che qualitativi.

Sistemazione degli ambienti resi sempre più accoglienti, dotazione delle necessarie attrezzature tecniche e informatiche da portare a compimento, affinamento progressivo della capacità di accoglienza dei giovani allievi in ingresso e qualificata formazione per un futuro di successo nel proseguimento degli studi. Su questo abbiamo lavorato e continueremo a farlo certi di poter contare sul supporto, anche economico, delle Famiglie che hanno a cuore la formazione e il futuro dei propri figli. La visibilità e l’identità dell’Istituto sono già ben definite ma possiamo continuare a progredire portando a livelli sempre più elevati, per tutti i nostri Studenti, l’offerta di una esperienza formativa che ci caratterizza.

Il Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

 

 

Aggiornamento della situazione: azioni in atto e prospettive

Roma 24 Aprile 2020

Al Personale scolastico

Alle Famiglie

Alle Studentesse e agli Studenti

 

 

Situazione

E’ trascorso più di un mese e mezzo da quando è iniziata l’emergenza epidemica e siamo a metà percorso: manca quasi altrettanto al termine dell’anno scolastico. Sin qui abbiamo fatto il possibile per proseguire l’attività didattica e non lasciare soli i nostri Studenti confinati in casa. Siamo riusciti, con un impegno non indifferente viste le condizioni, a procedere assegnando il lavoro alle classi e organizzando lezioni a distanza, con il coinvolgimento progressivo di tutti i Docenti.

Ci siamo dedicati prioritariamente a chi non poteva partecipare per problemi con gli strumenti informatici e personalmente mi sono occupato di consegnare dei computer portatili agli studenti che ne avevano necessita. Inoltre abbiamo completato un primo iter di formazione/aggiornamento dei Docenti per metterli in condizione di avviarsi all’uso delle piattaforme telematiche che abbiamo attivato, generando e distribuendo, a cura dei nostri Tecnici, credenziali di accesso per tutti i Docenti e per tutti i Ragazzi.

I Colloqui con le Famiglie sono già attivi da parte dei Docenti che stanno provvedendo responsabilmente a contattare I Genitori dei propri Allievi quando ne ravvedono la necessità. Lo stesso deve accadere in senso inverso, con i Docenti che si rendono disponibili al colloquio su richiesta diretta delle Famiglie, nei limiti del possibile, senza necessità di particolari disposizioni ma regolandosi con l’indispensabile buon senso, visto che tenere i rapporti fa parte delle attività essenziali da assicurare al di là del particolare periodo che viviamo.

 

Azioni in atto

Stiamo attrezzando la scuola adeguandola agli standard di sicurezza necessari perché vogliamo essere pronti e ci prepariamo ad accogliere, se gli esami si dovessero svolgere in presenza, le Commissioni e gli Studenti che saranno impegnati per la Maturità. Crediamo sia giusto offrire loro questa possibilità al termine del percorso di studi e non costringerli a chiudere un percorso di cinque anni davanti ad uno schermo. Auspichiamo che questo sia possibile e contribuiamo concretamente con il nostro lavoro all’esito sperato.

Sin qui abbiamo avuto un periodo durante il quale si sono svolte numerose riunioni informali spontanee, realizzate in questo periodo per confrontarsi e consentire l’organizzazione del lavoro. Ora attiviamo gli organi collegiali formali, tutti in video conferenza, con regolari convocazioni. Iniziamo da Lunedì prossimo con i primi Consigli di classe delle V, alla presenza dei soli Docenti, per definire la composizione delle Commissioni d’esame. A seguire sono stati convocati i Dipartimenti disciplinari che vedranno, per la prima volta dalla sospensione delle attività in presenza, riunirsi tutti i Docenti dell’Istituto. Poi convocherò tutti i Consigli di classe, con la partecipazione dei Rappresentanti dei Genitori e degli Studenti. Infine ci saranno il Collegio dei Docenti ed il Consiglio di Istituto. Non sarà facile gestire a distanza queste riunioni complesse e non ci aspettiamo che si realizzino perfettamente, come se fossimo qui a scuola in tempi normali. Sperimenteremo e impareremo, anche dagli ostacoli e dagli imprevisti che probabilmente incontreremo, a fare sempre meglio. Le inevitabili difficoltà non ci devono fermare: provare ed imparare dall’esperienza, per tentativi ed errori, rappresenta l’unico metodo che abbiamo a disposizione se non ci vogliamo far paralizzare dal timore degli ostacoli. Siamo una scuola che proprio questo vuole insegnare ai propri Allievi e quindi saremo i primi a dare il buon esempio.

 

Prospettive

Come già saprete, tutti gli Studenti delle classi intermedie saranno ammessi al prossimo anno. Viene istituito di fatto il biennio: la valutazione finale si sposta al termine del prossimo anno scolastico. Vorrei sottolineare di nuovo in questa sede come il lavoro svolto in questo periodo sarà valutato, avrà un valore ed un peso. Concorrerà alla definizione di un profilo individuale di passaggio al prossimo anno scolastico e costituirà la base per la prosecuzione del biennio. In particolare I Docenti registreranno non solo il rendimento ma daranno specifico rilievo al comportamento messo in atto: collegarsi ed essere presenti alle lezioni programmate costituisce un obbligo per gli Studenti, altrettanto il seguire correttamente le attività e consegnare gli elaborati nei tempi richiesti. Al momento opportuno si terrà conto di questo e l’impegno e la buona volontà saranno premiati anche in termini di voti, così come i comportamenti scorretti e improduttivi causeranno valutazioni negative. In sostanza deve essere ben chiaro che il comportamento corretto sosterrà e rinforzerà l’apprendimento, mentre quello scorretto lo penalizzerà anche in termini di valutazione finale. Le Famiglie sono quindi invitate a partecipare attivamente a questa opera educativa, a tutto beneficio dei Ragazzi, verificandone per quanto possibile il comportamento insieme ai Docenti.

Con l’ufficio stiamo predisponendo la modulistica per l’iscrizione all’anno successivo. Appena pronta la diffonderemo e daremo indicazioni su come procedere al versamento del contributo a favore del mantenimento di una scuola sempre più accogliente e attrezzata a favore della crescita dei Ragazzi e delle Ragazze che la frequentano.

 

In conclusione mi ripeto e vi invito a far un uso intelligente del tempo che abbiamo a disposizione, tutti, per costruire anche in questo difficile momento il buono possibile. Niente nervosismi, evitiamo di concentrarci su quello che inevitabilmente non è perfetto e facciamo al meglio quello che possiamo fare. Se sapremo dimostrarci responsabili, faremo insieme le cose giuste.

Cordialmente,

 

Il Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

 

Andamento delle attività e ulteriori indicazioni

Roma 30 Marzo 2020

A tutti i Docenti

Al Personale ATA

Alle Famiglie

Agli Studenti

 

Il quadro generale che emerge dal monitoraggio che abbiamo appena svolto è decisamente positivo, tenuto conto della situazione eccezionale in cui ci troviamo. Tranne qualche caso isolato, siamo in presenza di un fermento di attività da parte dei Docenti e di impegno e buona volontà da parte dei Ragazzi e delle Ragazze. La didattica a distanza raggiunge la quasi totalità dei nostri Allievi, con risultati più che accettabili.

Gli uffici, coordinati dal DSGA, portano avanti in remoto il lavoro amministrativo e consentono la prosecuzione delle attività a favore di Famiglie e Personale scolastico.

Mi sento quindi di dover ringraziare tutti per la risposta encomiabile che state dando: Personale scolastico, Famiglie e Allievi che con senso di responsabilità fate la vostra parte e ci consentite di non fermarci e di andare avanti.

Ora, per non lasciare indietro nessuno, ci dobbiamo occupare prioritariamente di chi tra gli Studenti non possiede strumenti per connettersi, per fornire loro la dotazione, e di chi, tra il Personale scolastico, deve incrementare le competenze informatiche necessarie, tramite il supporto dei nostri Docenti esperti e dei Tecnici di laboratorio.

Dopo le disposizioni che già ho emanato tramite più circolari indirizzate ai Docenti, che infatti hanno già in larga parte impostato correttamente il lavoro, sto predisponendo una nuova comunicazione interna. Si tratta di raccogliere quanto emerso sin qui per indicare delle soluzioni comuni, facendo tesoro delle esperienze positive maturate in queste settimane di lavoro, tenendo anche conto, se in arrivo tempestivamente, delle annunciate indicazioni da parte del Ministero dell’Istruzione. Dovremo fare chiarezza in particolare su due aspetti rilevanti: il quadro orario delle attività giornaliere e la valutazione degli Studenti. Anticipo di seguito qualche elemento significativo, a beneficio delle Famiglie e degli Studenti stessi.

Rispetto all’orario dobbiamo necessariamente tenere in seria considerazione le condizioni reali in cui tutti ci troviamo. I Docenti e gli Studenti si confrontano con una situazione personale/familiare che ha risvolti psicologici e materiali non facili da gestire, per usare un eufemismo, non gli possiamo chiedere di conciliare questo con la realizzazione di una attività didattica standard. Ribadisco che non si può pensare di mantenere in piedi, tanto più se le cose dovessero andare avanti a lungo come tutto lascia pensare, una struttura didattica come se fossimo a scuola in presenza e in condizioni normali. Ci troviamo in un contesto che non è assolutamente né normale né ordinario, pensare di poter procedere nel modo consueto non è semplicemente possibile. Se vogliamo garantire nel tempo la prosecuzione dell’attività didattica a distanza, l’orario del mattino va ridotto con l’opportuna flessibilità, calcolando anche gli impegni richiesti per il resto della giornata. Questo significa fare un uso intelligente del tempo che abbiamo a disposizione, come già vi ho sollecitato, senza voler offrire alibi rispetto a quello che comunque possiamo fare ma senza avanzare pretese irrealistiche che rappresenterebbero solo un ulteriore ostacolo.

Rispetto alla valutazione e cioè verifiche, voti e scrutinio finale, in ogni caso, qualunque dovessero essere le decisioni che prenderemo e indipendentemente dalle prossime disposizioni ministeriali, noi faremo in modo che nel nostro Liceo sia rispettato un criterio fondamentale di giustizia per tutti: questi faticosi giorni di lavoro non andranno persi. L’impegno che si riuscirà comunque a dimostrare, nonostante gli innegabili limiti oggettivi, verrà premiato e troverà un riscontro, così come si terrà conto del comportamento di chi si sarà sottratto al proprio dovere, approfittando irresponsabilmente della situazione.

Concludo con una riflessione e con un segnale di speranza. L’inedito e l’inaudito hanno fatto irruzione nella nostra vita, con l’epidemia, le sofferenze intorno a noi, i gravi rischi a cui siamo esposti. Siamo apertamente sfidati e chiamati ad affrontare questa faccia crudele del mondo che forse ci sfuggiva, questa dura realtà. Non ci dobbiamo però lasciare abbattere, possiamo vincere la nostra paura. Isolati nelle nostre case ma collegati tra noi, insieme, possiamo arrivare alla fine del tunnel e uscirne.

Mentre vi scrivo, nel grande piazzale c’è solo la mia macchina. Mi aggiro tra uffici deserti e l’atrio d’ingresso è desolato senza le voci allegre dei ragazzi. Il Primo Levi è qui, sonnecchia in letargo e vi aspetta, per risvegliarsi e tornare a vivere. A presto,

Il Dirigente Scolastico

Stefano Sancandi

 

Per chi ancora non l’avesse letta:

La lettera con le belle parole che il nostro Ministro ha rivolto a tutti noi

1 2 3 9